Azione educativa

Continuità della didattica

La conoscenza si genera attraverso un procedere a spirale, per approfondimenti continui, non per salti, occorre sostare sul dato, prenderlo con sé e farlo crescere nella ricerca di nuovi nessi e relazioni. Così nasce il vero apprendimento che diviene parte dell’Io e il sapere si libera dal nozionismo e dal nominalismo. L’insegnante sostiene il desiderio di imparare innanzitutto coltivando la domanda del discente e suscitando un clima di lavoro in classe, in cui la domanda sia sempre accolta e valorizzata come strumento generatore di conoscenza.

Attraverso la disciplina…

Il rapporto che si instaura tra i docenti e gli allievi è fondamentale nella scoperta della disciplina. Attraverso la disciplina, ci si addentra nella conoscenza e si acquisisce uno strumento rigoroso ed efficace per crescere, tenendo vivo il sentimento di meraviglia e il desiderio di comprensione del senso di tutte le cose, sperimentato nel confronto costante tra gli argomenti che si affrontano e la vita personale e sociale.  Nei tre anni della Scuola Secondaria di Primo Grado l’allievo attraverso i dati della conoscenza, riesce a essere più consapevole del suo percorso di vita per dare un nome a ciò che vive.

Attraverso il docente…

Il coinvolgimento dell’allievo nei diversi contenuti e il suo impegno nella fatica del conoscere e approfondire sono in larga parte favoriti dal lavoro di selezione e accurata presentazione dei saperi che il docente sviluppa e offre nel trascorrere delle lezioni. Lo scopo è di mantenere viva l’attenzione della classe e offrire un metodo di studio rigoroso. Tale metodo di studio facilita l’acquisizione della consapevolezza che il conoscere è una risorsa positiva e costruttiva nello sviluppo del sentimento di sé e del mondo. Soltanto un insegnamento/apprendimento legato all’esperienza della persona nella sua interezza di esigenze e domande può tenere desto il desiderio di conoscere. 

Il docente  alimenta il gusto dell’imparare proponendo lavori che siano sempre una sfida all’intelligenza, rifuggendo da un insegnamento e da un apprendimento che inducano alla ripetizione meccanica e alla riproduzione. Tutti i docenti sono disponibili a un continuo confronto collegiale con il dirigente scolastico e i colleghi e a un lavoro che vede come obiettivo unitario e condiviso la crescita del ragazzo. Il lavoro relativo alla programmazione e alla valutazione che si svolge all’inizio dell’anno scolastico e costantemente durante i diversi Collegi, Consigli di Classe e corsi di aggiornamento, rappresenta il frutto più importante di questo confronto continuo.

Il ruolo della famiglia

Per compiere il lavoro dei docenti rispetto all’obiettivo prefissato, che è il bene del ragazzo, la scuola ritiene indispensabile il rapporto con le famiglie, perché il quotidiano lavoro didattico ed educativo favorisca nei ragazzi l’approfondimento dei valori ricevuti dai genitori. Questo rapporto scuola/famiglia è importante e rende trasparente il lavoro dei diversi Consigli di Classe e dei Collegi Docenti. Attraverso questo dialogo con le famiglie si realizza il Progetto Educativo che si declina nelle ore di lezione, nel rapporto tra docente e allievo, nelle attività didattiche ed extra-didattiche.

Molteplici sono le forme ordinarie che la scuola offre per favorire lo sviluppo condiviso tra scuola e famiglia: presentazione dei docenti e dei loro programmi all’inizio dell’anno scolastico; appuntamenti settimanali attraverso i colloqui con i docenti; appuntamenti pomeridiani, riuniti in due momenti annuali, dei docenti con  le famiglie; assemblee periodiche con i genitori per commentare e condividere il percorso di ogni singolo allievo.

Continuità con la Scuola Primaria

La nostra Scuola Secondaria di I grado realizza il suo progetto dell’offerta formativa in continuità con il percorso della Scuola Primaria attraverso una fattiva e fruttuosa collaborazione fra i docenti delle due scuole primarie, il S. Orsola e il Cuore Immacolato di Maria. La continuità permette di ottimizzare i tempi e le procedure di lavoro in una proposta progressiva, ragionata e adeguata alla classe dei diversi contenuti.

Gli insegnanti della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di Primo Grado pianificano insieme gli obiettivi da raggiungere al termine della classe quinta primaria come prerequisiti per l’ingresso alla scuola secondaria di primo grado. Professori e maestri si avvicendano per fornire nuovi stimoli agli allievi di quinta – che si preparano ad ad un cambiamento e avvertono l’esigenza di cominciare a sperimentarlo.

In tal modo i maestri accompagnano l’allievo a confrontarsi con diverse tipologie di insegnamento e a cominciare a organizzare il lavoro in tempi maggiormente definiti. Pertanto, grazie a questo tipo di esperienza di crescita didattica e personale, gli studenti della scuola primaria che si apprestano a effettuare l’accesso al primo anno della Scuola Secondaria di Primo Grado vivranno un momento di cambiamento graduale che gli consentirà di affrontare serenamente il nuovo ciclo di studi.

Ciò che rende qualificante il percorso dei ragazzi nella nostra Scuola Secondaria di Primo Grado è la presenza di docenti che hanno maturato esperienza anche nella Scuola Secondaria di Secondo Grado. Per questo motivo essi hanno presente e chiara la prospettiva ultima di conoscenza in un percorso che, dopo il conseguimento della licenza media, prosegue nella scuola di livello superiore.

Continuità con la Scuola Secondaria di Secondo Grado

Il percorso della Scuola Secondaria di Primo Grado è mirato a una crescita degli alunni dal punto di vista personale e didattico. Una crescita che consenta agli studenti di incrementare la propria capacità di analizzare la realtà attraverso un approccio ragionato – qualità che non si limita al percorso dei tre anni ma che sarà utile anche nelle esperienze future - e, quindi, di prendere decisioni in modo consapevole.

Il nostro progetto di orientamento - attivo a partire dalla classe Seconda Media – si sviluppa attraverso attività da svolgere presso i nostri Licei accompagnate da un dialogo aperto e costante con gli alunni e le famiglie. Le attività sono mirate a suscitare la curiosità nei ragazzi attraverso l’incontro con studenti più grandi che già vivono l’esperienza della Scuola Secondaria di II Grado con i quali possano confrontarsi e realizzare alcuni progetti.

Le occasioni di dialogo e di confronto costante tra studenti, docenti, e famiglie consentono agli alunni di fare esperienza di un percorso di maturazione che possa risultare in una decisione sicura e ben ponderata riguardo agli studi futuri.

logo-s-orsola


Via Livorno, 50/A- Roma
Tel. +39 06 442 46 567
roma.orsoline.it

 

logo dedalo

 

Dedalo Soc.Coop.Sociale Onlus
Via Ferrari 14 - 22100 Como
P.IVA 02236520132
orsoline.it

Social

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.